QUARTO – I carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal Gip di Napoli su richiesta della DDA nei confronti di 2 indagati ritenuti contigui al clan “Orlando”, operante a Marano di Napoli, Calvizzano e Quarto, ritenuti responsabili di concorso in trasferimento fraudolento e possesso ingiustificato di valori con l’aggravante di finalità mafiose. Sono Isidoro Di Maro, 43enne di Villaricca, ed Emanuele Tenneriello, 39enne di Macerata Campania.

QUOTE SOCIETARIE – Il primo era stato tratto in arresto anche il 18 aprile, in esecuzione di 30 ordinanze a carico di soggetti legati al gruppo “Orlando” responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, traffico di stupefacenti e detenzione illegale di armi da guerra. Nel corso delle indagini è stato accertato che Di Maro aveva attribuito in modo fittizio a Tenneriello il 52% delle quote societarie di una scuola paritaria primaria di Calvizzano. Quelle quote sono state sottoposte a sequestro in virtù del medesimo provvedimento: il loro valore ammonta a 122mila euro. Al termine delle formalità, Di Maro –già ai domiciliari- è stato tradotto al centro penitenziario di Secondigliano mentre Tenneriello è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.