QUARTO – E’ stato rimesso in libertà dopo poche ore il 35enne di Quarto Fabrizio Di Marco, arrestato ieri dai carabinieri della compagnia di Marano con l’accusa di coltivazione di cannabis indica e di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. L’uomo -attraverso il suo avvocato difensore, il penalista Mario Angelino- si è giustificato affermando che le piante di marijuana rinvenute nella serra all’interno della sua abitazione erano utilizzate per scopi terapeutici e presentando una documentazione medica all’autorità giudiziaria. Questa la versione di parte fornita dal legale dopo la revoca degli arresti domiciliari disposta questa mattina dal Pubblico Ministero Roberta Simeone. In casa del 35enne i militari avevano rinvenuto anche 60 grammi di hashish in stecchette, materiale per il confezionamento e un pugnale con una lama di 30 centimetri.