QUARTO – Detenzione e porto di armi comuni e da guerra, ricettazione e detenzione di munizionamento senza la prevista comunicazione alle Autorità di pubblica sicurezza. Con queste accuse i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli hanno arrestato Crescenzo Catuogno, 39enne di Quarto, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea. Le indagini, coordinate dalla DDA di Napoli e condotte dai militari del Nucleo investigativo di Napoli, sono state avviate il 29 aprile dello scorso anno quando sono state rinvenute armi da fuoco e munizioni nei pressi di un’abitazione nel comune di Quarto.

LE ARMI – Nel corso dell’operazione sono stati trovati un mitra calibro 9 con 22 munizioni, un fucile a pompa e 31 cartucce calibro 12, in parte occultati nella fodera di un cuscino di un divano e in parte nell’abitacolo di un autocarro. Grazie all’analisi delle immagini di telecamere installate lungo il percorso verso l’abitazione e alle risultanze investigative ottenute con indagini tradizionali e tecniche, i militari hanno ripercorso il tragitto del veicolo, accertando che alla guida vi fosse l’indagato. Il divano, quello in cui è stata rinvenuta una parte delle armi, era stato trasportato proprio nel cassone di quel furgone.