MOLFETTA (BA) – Allo stadio “Poli” si gioca l’ottava giornata del campionato di Serie D girone H, i padroni di casa del Molfetta ospitano la Puteolana 1902. I pugliesi hanno ottenuto 7 punti nelle 6 partite fin qui disputate nel girone H: domenica scorsa il match contro il Brindisi è stato rinviato a causa della positività di alcuni tesserati brindisini. Gara tra due squadre a caccia di preziosi punti salvezza; Puteolana reduce dal pari in casa col Francavilla gara in cui gli uomini di Grimaldi si sono resi protagonisti di una convincente prestazione.

IL MATCH – Buon approccio granata alla gara con i campani che mettono subito in chiaro di non legittimare la posizione in classifica. Granata aggressivi e ben messi in campo sembrano in grado in avvio di poter gestire l’incontro e mettere in difficoltà l’avversario. Puteolana propositiva, buona profondità ma pochissima precisione e per così dire “cattiveria” nella trequarti offensiva. Gli uomini di Teore Grimaldi in alcuni frangenti riescono a pressare alto e rubano prontamente palla ma non riescono a sorprendere l’attenta retroguardia pugliese. Celiento impensierisce la difesa in più di una circostanza. Ma è al 35′ la prima vera opportunità: il neo acquisto granata Catinali dai venti metri calcia col destro ma la palla si spegne a lato non di molto. I flegrei nei primi 45 minuti di gioco sono padroni del campo, buon giro palla e stazionano stabilmente nella metà campo avversaria senza però, come già detto, a creare particolari grattacapi a Rollo. Sul finale di primo tempo palla goal del Molfetta salvata dall’estremo difensore puteolano Romano.

IL GOL BEFFA – La ripresa si apre subito con una opportunità Puteolana: cross dalla sinistra di Armeno e, Celiento approfitta di uno svarione difensivo per battere a rete di testa ma incredibilmente da pochi passi manda a lato. I pugliesi replicano con Merolla, ma la sua conclusione termina alta sopra la traversa. Al 63′ ancora Celiento servito dal preciso Catinali che dinanzi al portiere non riesce a tradurre in rete l’assist del compagno. Non vi sono dubbi che l’estremo difensore biancorosso Rollo figuri tra i migliori in campo quest’oggi. Al 72′ l’episodio che cambia le sorti del match fallo di Riccio su Lacarra e l’arbitro che giudica l’episodio da cartellino rosso: Puteolana in dieci uomini e Molfetta che riprende fiducia. Romano nega la gioia del gol ai pugliesi in un paio di circostanze, ma al 90′ è indubbiamente sua la responsabilità del fallo di rigore fischiato a Triggiani: Romano in uscita rovina sul neo entrato biancorosso e l’arbitro fischia la massima punizione. Dal dischetto Strambelli deposita in rete spiazzando il portiere. Amara sconfitta per una Puteolana discreta dal punto di vista del gioco ma sprecona in zona goal. L’arbitro dal canto suo si rende protagonista con più di qualche decisione dubbia.