Paolo IsmenoPOZZUOLI – Dopo la pubblicazione dell’elenco dei 710 beneficiari delle agevolazioni per la tassa sui rifiuti (Tari) per l’anno 2016, da parte dell’assessorato alle Risorse Strategiche e Fiscalità Locale, tutte con esenzione al 100 per cento, parla l’assessore Paolo Ismeno che illustra le variazioni intervenute tra il 2016 e il 2015 «Dalla lettura dei dati ivi contenuti emerge che quest’anno rispetto al 2015 – spiega l’assessore Paolo Ismeno – sono state analizzate 126 domande (72 provenienti dai servizi sociali e 54 presentate al Servizio Fiscalità Locale) in più; sono state accolte 150 domande (72 provenienti dai servizi sociali e 78 presentate al Servizio Fiscalità Locale) in più; sono state respinte 24 domande, tutte presentate al Servizio Fiscalità Locale in meno. Quest’aspetto – aggiunge – denota l’efficacia dei controlli eseguiti lo scorso anno che ha “costretto” i soggetti che non avevano i requisiti a non ripresentare la domanda; inoltre è significativo che tutte le verifiche effettuate hanno evidenziato che in nessun caso sono state fatte false attestazioni. Mentre l’importo dei benefici concessi per il 2016 è aumentato di € 36.781,49, in termini reali l’incremento è maggiore in quanto bisogna considerare la riduzione delle tariffe 2016 rispetto a quelle 2015».

L'ingresso del comune di Pozzuoli
L’ingresso del comune di Pozzuoli

VELOCITA’«Altro aspetto interessante – spiega l’assessore alle Risorse Strategiche e Fiscalità Locale – è rappresentato dalla celerità con cui l’Ufficio ha effettuato l’istruttoria delle istanze (il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 30 giugno 2016 e la determina di approvazione della graduatoria è stata sottoscritta il 15 luglio; pertanto, in soli 11 giorni lavorativi sono state lavorate 825 posizioni); detta celerità consente sia un risparmio economico e di ore lavoro per il Comune sia l’erogazione di un servizio agli utenti. Infatti il Comune – prosegue Ismeno – non invierà la richiesta di pagamento della Tari 2016 ai contribuenti che hanno goduto dell’agevolazione nella misura del 100% pertanto, il contribuente non dovrà richiedere all’Ufficio l’annullamento della bolletta, l’Ente non sosterrà costi di stampa e recapito e non dovrà impiegare ore-lavoro per il predetto annullamento».

tasse2RIDUZIONE – «Inoltre il Comune – conclude l’assessore – invierà la richiesta di pagamento della Tari 2016 contenente già la riduzione concessa ai contribuenti che hanno goduto dell’agevolazione nelle misure del 30% o del 50%. Infine, in bilancio vi è ancora uno stanziamento residuo che sarà utilizzato per i soggetti che, avendo maturato i benefici dal 1° luglio 2016 al 31 dicembre 2016, presenteranno la domanda entro il prossimo 31 gennaio 2017. Detto ciò mi preme ringraziare per il lavoro profuso il dirigente dell’ufficio tributi del comune di Pozzuoli».