POZZUOLI – Dovrà rispondere anche di furto di energia elettrica un’imprenditrice di 54 anni di Pozzuoli, titolare di uno stabilimento balneare a Licola mare, denunciata dai carabinieri della locale stazione, insieme a personale della Guardia Costiera. L’attività rientra nella campagna di controlli organizzati in sinergia con l’Ufficio Circondariale marittimo – Guardia Costiera di Pozzuoli, a tutela del mare e della fascia costiera di competenza. L’intero complesso (bar, ristorante e lido) era alimentato da un allaccio abusivo alla rete elettrica. Ma non basta. Dagli accertamenti eseguiti, infatti, sono emerse diverse violazioni alla normativa ambientale, urbanistica, edilizia e al codice della navigazione che hanno portato al sequestro dell’intero stabilimento per un area complessiva di circa 6.000 mq, di cui circa 500 mq su area demaniale marittima. I militari hanno poi rinvenuto sulla spiaggia una discarica abusiva di quasi 200 mq di rifiuti di varia natura, stoccati illecitamente e senza controllo.