di Gennaro Del Giudice

Auto con ganascia
Auto bloccata da ganascia nei pressi di via Pergolesi

POZZUOLI – Decine di multe e circa 30 auto bloccate dalle ganasce. Giro di vite a Pozzuoli contro la sosta selvaggia. Nell’ultimo week end hanno fatto il loro “esordio” le ganasce,  imbracature d’acciaio che bloccano le autovetture attraverso il fermo applicato ad una delle quattro ruote. Decine sono state le autovetture sanzionate dagli agenti del comando di Polizia Municipale diretti dal comandante Carlo Pubblico e coordinati sul posto dal capitano Silvia Mignone. Il centro storico di Pozzuoli, via Ragnisco e i vicoletti adiacenti alla Piazza della Repubblica le zone dove si sono registrati i maggiori interventi.

 

SOSTA SELVAGGIA – Le ganasce hanno esordito a Pozzuoli (tra le poche città della provincia ad adottare il sistema) sabato sera quando almeno una ventina di automobilisti autori di parcheggi “selvaggi” hanno trovato sul parabrezza anteriore della vettura e l’imbracatura d’acciaio su una delle quattro ruote.  Dopo aver sanzionato l’auto l’agente di turno, insieme all’operatore della ditta concessionaria, ha agganciato la ganascia all’auto. Il fermo del veicolo è stato poi segnalato con un volantino accanto alla multa, mentre sul finestrino del guidatore è stato applicato un adesivo di colore rosso per avvisare la presenza della ganascia, sulla quale è riportato il numero di telefono della ditta incaricata per lo sblocco della vettura. L’applicazione delle ganasce, che avviene in presenza di divieti di sosta che non intralciano il traffico veicolare, ha ridotto sensibilmente il numero delle rimozioni. Il dispositivo ha attirato anche grande attenzione e curiosità da parte di residenti e automobilisti.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slidesho]