POZZUOLI – Ha più volte violato le prescrizione impostegli dal regime di semilibertà a cui era sottoposto, tornando di nuovo in carcere. Ad arrestare il 29enne Angelo Calabrese sono stati gli agenti del commissariato di piazza Italo Balbo, gli stessi che nel corso del tempo hanno segnalato all’ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Napoli le numerose violazioni della misura alternativa.

GUAI CON LA GIUSTIZIA – Una volta raggiunto nella sua abitazione, la polizia lo ha poi portato nella casa circondariale di Poggioreale. L’uomo è finito spesso con l’avere guai con la giustizia, come nel 2009, ad appena 19 anni. Scoperto a spacciare marijuana dai carabinieri all’interno del Rione Toiano, tentò inutilmente la fuga, colpendo anche uno dei militari intervenuti. Una volta bloccato, gli furono trovati addosso 26 grammi di “erba” e 163 euro.