POZZUOLI – Si era reso irreperibile dallo scorso 16 dicembre Salvatore Gesso, 42 anni, sorvegliato speciale e in passato affiliato all’ex clan Longobardi-Beneduce. L’uomo, ieri sera, durante un controllo dei poliziotti del commissariato di Pozzuoli, è stato trovato in un appartamento insieme ai propri familiari ed arrestato per violazione degli obblighi inerenti proprio alla misura di sicurezza adottata nei suoi confronti. Processato con rito direttissimo questa mattina è stato condannato a 2 anni di carcere con pena sospesa.

ARRESTATO PER CAMORRA – Salvatore Gesso fu arrestato nel 2010 durante l’operazione anti camorra “Penelope” e condannato in appello a 9 anni e 4 mesi. Insieme alla banda del bivio di Quarto, più vicina all’ala del clan legata al boss Gennaro Longobardi, fu protagonista di estorsioni ai danni di commercianti e imprenditori. Dopo la scarcerazione nel febbraio dello scorso anno il 42enne fu destinatario di della misura di prevenzione con l’obbligo di soggiorno per tre anni nel comune di Pozzuoli.