POZZUOLI – Ressa, caos e lunghe code all’ingresso del comune di Pozzuoli, in via Tito Livio, da parte dei genitori degli alunni delle scuole puteolane. Scene viste e riviste in questi giorni, quando si sono aperti i termini per la presentazione delle domande relative al trasporto scolastico, cedole per i libri di testo delle scuole medie e superiori e il servizio di mensa scolastica negli asili. Ore e ore di attesa da parte dei cittadini, che si sono visti costretti a presentare a mano la domanda all’ufficio protocollo: non sono consentite, infatti, domande e prenotazioni online. Una situazione che ha esasperato centinaia di genitori che in questi giorni hanno atteso il proprio turno al sole.

LE PROTESTE – C’è stato anche chi, vista la ressa, non ce l’ha fatta a presentare la domanda per il proprio figlio, motivo che ha spinto il comune di Pozzuoli a prorogare fino al 16 settembre i tempi per la presentazione delle domande. La proroga è stata comunicata attraverso la pagina Facebook del comune di Pozzuoli con un post che ha suscitato numerose proteste da parte degli utenti. “Basterebbe poter fare la domanda online…e invece da medioevo si chiede un cartaceo è una consegna a mano come se la gente avesse tempo da perdere e non avesse impegni lavorativi” ha commentato Melania.