di Angelo Greco

Il padiglione "ittico"

POZZUOLI – Finalmente rivede la luce il mercato ittico e ortofrutticolo di via Fasano. La struttura completamente nuova ha riaperto questa mattina al pubblico. Dopo la chiusura dello scorso aprile, mercatari e clienti hanno così detto addio alle tensostrutture allestite nel parcheggio dell’ex fabbrica Sofer, passando nella nuova e accogliente struttura. Nessuna inaugurazione ufficiale per il “nuovo mercato” con la maggior parte dei mercatari che questa mattina sono partiti direttamente con le vendite. Infatti, c’è ancora qualche venditore rimasto fuori dall’assegnazione dei nuovi punti-vendita.

 

“ASSENZE” E MANCATA INAUGURAZIONE – “Caso” spiegato direttamente dall’assessore alle attività produttive Carlo Morra«Esiste una delibera di una ventina giorni fa dove l’amministrazione sanciva l’apertura per oggi e noi abbiamo voluto rispettarla, valutando poi assieme agli operatori che sarebbe più bello fare l’inaugurazione con il mercato in attività e dunque per la prossima settimana. – Mentre per quanto riguardo i banchi vuoti l’assessore prosegue – C’è chi ha preso possesso del banco ma non è riuscito oggi ad allestire per la vendita, ma c’è anche chi deve sistemare alcune lacune burocratiche, come ad esempio eventuali morosità verso l’Ente. Solo dopo aver sanato la loro situazione burocratica prenderanno possesso del box al loro spettante».


QUALCOSA DA LIMARE – Sebbene l’apertura abbia trovato diversi operatori “impreparati” l’affluenza durante la prima giornata di vendite del nuovo mercato è stata discreta e la funzionalità dei due grandi padiglioni pare essere buona. Tra gli operatori commerciali c’è dunque buon umore, anche se c’è chi fa notare qualche cosa da sistemare «Siamo sicuramente felici di aver preso possesso di questa sede ma c’è ancora qualcosina da limare – spiega Bucci, uno degli venditori del comparto alimentare – sarebbe opportuno che i box fossero dotati di una porta posteriore in modo da poter permettere agevolmente lo scarico della merce, così invece siamo costretti scaricare fuori dai padiglioni ed a fare una fatica immane per allestire i nostri banchi vendita».

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]