di Angelo Greco

Studenti all'esterno dell'istituto Pareto di Arco Felice
Studenti all’esterno dell’istituto Pareto di Arco Felice

POZZUOLI – Atto vandalico ai danni dell’istituto “Vilfredo Pareto” di Pozzuoli. Nella notte tra domenica e lunedì ignoti sono entrati, verosimilmente da un finestrone difettoso posto al piano terra, ed hanno cosparso di creolina l’androne della scuola. Il potente disinfettante dal forte odore ha reso l’aria irrespirabile tanto da costringere a dirigenza scolastica a non dare inizio alle lezioni e a mandare gli studenti a casa, eccetto per poche classi le cui aule non sono state raggiunti dai miasmi del disinfettante. L’atto di questo week end è il secondo episodio in pochi giorni: infatti già la scorsa settimana, mercoledì notte, un altro raid alla creolina fu messo in atto nell’istituto per ragionieri e geometri di Arco Felice. Seppure di entità minore, anche in quel caso gli alunni disertarono le lezioni. I teppisti potrebbero avere le ore contate: infatti nel pomeriggio di ieri la preside dell’istituto ha consegnato alle forze dell’ordine le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza dell’istituto che potrebbero aver ripreso gli autori del gesto.

 

LA PRESIDE – Non ha dubbi sulla natura del raid la preside dell’istituto Donatella Mascagna: «Mi pare chiaro che gli autori vengano dall’interno della scuola. Un atto fatto sicuramente da una piccolissima minoranza che invito a isolare. Chiaro che si tratta solo di un mezzo per saltare le lezioni. La mancanze di sbarre alle finestre del pian terreno? È stata una scelta del vecchio preside, ora rimetterle costerebbe troppo. Oggi porteremo le videocassetta della videosorveglianza al commissariato di Pozzuoli per poter individuare i responsabili dell’atto. Gli studenti sanno che la scuola è a loro disposizione il pomeriggio per attività extrascolastiche e che abbiamo lottato insieme quando c’era da protestare per la nostra scuola».

 

GLI STUDENTI – A reagire duramente contro i danneggiamenti alla scuola anche gli stessi studenti che attraversoil “Collettivo Pareto” hanno diffuso una nota dopo i fatti di mercoledì, dove si legge “Condanna per l’episodio di vandalismo” – e si appella – “Al senso civico di ogni singolo studente affinché i barbari che compiono questi gesti vengano isolati e paghino per le loro responsabilità”