di Riccardo Volpe

Comune Pozzuoli SCN
Il sito del comune di Pozzuoli alle 20 del 24 novembre 2014

POZZUOLI – Il Comune di Pozzuoli vince un bando per la selezione di quattro giovani volontari in Servizio Civile Nazionale, ma, contrariamente a quanto scritto sul bando, non lo pubblica sul sito comunale. L’attuazione del programma europeo “Garanzia Giovani”, quindi, sbarca anche nelle stanze di via Tito Livio a Toiano. Quattro giovani, di un’età che arriva fino ai 28 anni finiti, saranno ammessi a partecipare come volontari retribuiti (433 euro al mese circa, per dodici mesi) per il progetto vinto dal Comune di Pozzuoli intitolato “Nessun Disperso – Pozzuoli”. C’è da dire che tutto è stato fatto con molta discrezione, ma con altrettanta “discrezione” viene pubblicizzato. La notizia del bando e dei progetti approvati, infatti, risale al 12 novembre del 2014, quando il bando è stato firmato e inserito, dopo poche ore, sul sito nazionale del Servizio Civile.

 

pompei
Il sito del comune di Pompei dove invece viene riportata la notizia

DIMENTICANZA? – Molte sono le realtà e gli enti accreditati che dopo poche ore hanno messo in risalto, nella loro home page dei siti istituzionali, l’avvenuta approvazione dei progetti, proprio per non disconoscere quell’articolo 2 che si legge nel bando. Ad oggi, 24 novembre, nella home page del sito istituzionale del Comune di Pozzuoli non c’è traccia dei posti messi al bando. Poca pubblicizzazione o forse una “spiacevole” dimenticanza. Proprio l’articolo 2 del bando, infatti, recita testualmente: “Le informazioni concernenti i progetti approvati, le relative sedi di attuazione, i posti disponibili, le attività nelle quali i volontari saranno impiegati, i servizi offerti dagli enti, le condizioni di espletamento del servizio, nonché gli aspetti organizzativi e gestionali, dovranno essere pubblicati sulla HOME PAGE dei siti internet degli enti titolari del progetto”.

 

Comune vincitore
Il progetto vinto dal comune di Pozzuoli

13 GIORNI DI RITARDO – Sul sito del Comune non si trova niente. Né nelle colonne laterali, né nelle info a piè di pagina. Nel bando non c’è nessuna scadenza, ma sono passati oltre dieci giorni e il tempo per fare la domanda al Comune di Pozzuoli passa ogni giorno. I giovani dovrebbero essere messi a conoscenza subito, immediatamente, di una simile opportunità. Tredici giorni di ritardo sono inaccettabili. Speriamo che l’amministrazione se ne scusi con tutti i ragazzi di Pozzuoli, innanzitutto, e provveda immediatamente a rendere pubblica in ogni forma possibile questa opportunità per i giovani, che possono portare a casa per un anno non solo un grande bagaglio di esperienza ma anche qualcosina di soldi in tasca.