POZZUOLI – Resti e pelli di pecore macellate gettati nell’alveo dei Camaldoli. E’ il macabro ritrovamento fatto ieri a Licola, nel canale che sfocia in mare alle spalle di via Madonna del Pantano. Proprio lì, dopo aver raggunto il posto attraversando una strada di campagna, sono state rinvenute delle pelli di pecora macellata. Nella fattispecie di tratta di pelli di un colore rosa acceso, il che farebbe ipotizzare che esse erano ancora fresche e che dunque erano state gettate nel canale poco tempo prima il ritrovamento. Resti che, assieme ad altri rifiuti, sono stati trascinati in mare. Uno scenario da Terzo Mondo che ci riguarda da vicino e che peggiora ogni giorno di più, togliendo anche l’ultima speranza che il mare di Licola possa tornare, un domani, balneabile.

LE FOTO