La scuola "Giacinto Diano"
La scuola “Giacinto Diano”

POZZUOLI – Il Comune di Pozzuoli cambia l’orario di ingresso agli allievi della Diano e scoppia la polemica. Con un’ordinanza sindacale datata 25 ottobre il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha cambiato l’orario d’ingresso per la scuola Giacinto Diano posticipandolo di 30 minuti (dalle 8 alle 8.30), lasciando nella stessa ordinanza (dattata da motivi di viabilità e protezione civile) invariati gli orari delle altre scuole di “Pozzuoli” alta.

LA PROTESTA – Decisione non digerita dalle mamme e dai papà degli alunni della scuola secondaria che giurano battaglia. Il malcontento dei genitori della Diano poggia principalmente su due aspetti: primo, la variazione degli orari arriva ad anno in corso dopo che le famiglie avevano organizzato già i propri impegni, causando un danno organizzativo non indifferente; il secondo aspetto invece riguarda  il principio rotazione degli orari, per il quale quest’anno sarebbe toccato ad altre scuole entrare alle 8.30 e non alla Diano, che già lo scorso anno aveva questo orario, a detta dei genitori “scomodo e che avrebbero dovuto rispettare altri istituti”.

luisa-de-simoneL’ASSESSORE DE SIMONE – Prova a fare chiarezze l’assessore alla pubblica istruzione Luisa De Simone: «Il disagio si è creato perché la scuola non ha recepito il nostro invito ad avere lo stesso orario dello scorso anno, difatti nell’ordinanza di ieri gli orari delle altre scuole restano invariati. Ad inizio anno contavamo sul rispetto dei medesimi orari del passato anno scolsastico e quando dopo i primi giorni di lezione abbiamo notato che la Diano aveva anticipato di 30 minuti l’ingresso e abbiamo chiesto che posticipasse l’ingresso per evitare la congestione del traffico. Preso atto del non cambio di orario siamo dovuti intervenire noi con un’ordinanza, dato che il problema investe anche gli ambiti di pubblica sicurezza e protezione civile». Resta comunque il malcontento dei genitori che già da domani potrebbero organizzare una reazione a questa decisione a loro avviso penalizzante e calata dall’alto. L’ordinanza dà come termine ultimo, per ottemperare ai nuovi orari, il 7 novembre e fino a quella data sicuro ci sarà battaglia.

IL PROBLEMA – Il problema viabilità e sicurezza non è un aspetto di poco conto. Da viale Capomazza fino a via San Gennaro oltre al primo circolo didattico, con più plessi della scuola primaria e dell’infanzia, ci sono due istituti superiori+ il Virgilio ed il Petronio, un istituto privato il Sangiuseppe, il De Santis e appunto la Giacinto Diano. Cosa che crea collaso nei momenti di ingresso e di uscita dalle scuole.