POZZUOLI – A partire dalla giornata di ieri i sensori dell’Osservatorio Vesuviano hanno registrato numerose scosse di terremoto di bassa energia. Lo sciame sismico è proseguito anche nel corso della notte. Tra le 23:48 di domenica e le 6:30 di oggi sono circa 15 gli eventi tellurici rilevati. La magnitudo più alta, 1.1, è stata registrata alle 6:30 del mattino, a una profondità di 2 chilometri con epicentro Pozzuoli. Stessa magnitudo ieri alle 14:58. Più forte, invece, la scossa delle 16.48 con magnitudo 1.4. Numerose le testimonianze sui social da parte dei cittadini. La scossa è stata avvertita in più zone della città di Pozzuoli sino ad Agnano e a Bagnoli, soprattutto ai piani alti delle abitazioni.

IL BOLLETTINO –  Nella settimana dal 28 febbraio al 6 marzo nell’area dei Campi Flegrei sono stati registrati 33 terremoti di bassa energia. Questa la fotografia scattata dall’Osservatorio Vesuviano nell’ultimo bollettino settimanale. Il valore medio della velocità di sollevamento nell’area di massima deformazione da dicembre 2021 è di circa 13±2 mm/mese, in lieve aumento rispetto ai valori di 10±2 mm/mese registrati nell’intervallo luglio – novembre 2021. Il sollevamento registrato alla stazione GPS di RITE è di circa 86.5 cm a partire da gennaio 2011.