POZZUOLI – Due giorni ricchi di eventi per il movimento politico “Pozzuoli ORA!”, che per venerdì 27 e sabato 28 luglio, in collaborazione con le associazioni “Senegalesi di Caserta”, “Altromodo Flegreo” e “LEAF”, ospiteranno musica, dibattiti e gastronomia presso l’ex Convitto Monachelle, di Arcofelice.

GLI APPUNTAMENTI – Si inizia alle 18.30 sia venerdì che sabato e già da quell’ora si potranno degustare piatti tipici locali ed africani accompagnati dai vini dei Campi Flegrei. Venerdì dalle 20.30 è prevista la proiezione del film “Human Flow”, seguita da un dibattito tra i presenti e musica. Sabato, invece, è previsto il dibattito sull’accoglienza e dopo musica e concerto conclusivo di Tartaglia Aneuro. Entrambi i giorni saranno allestiti stand gastronomici, punto bar, stand di esposizione artigianale e tanto altro ancora. «Il tema è tra i più sentiti del momento – afferma Riccardo Volpe, segretario di Pozzuoli ORA – Noi vogliamo affrontare un discorso senza paraocchi, con la lucidità che ci contraddistingue. Tutti i relatori e noi compresi, siamo pienamente convinti che c’è bisogno di un sistema diverso di accoglienza ed è per questo che sono sicuro che molti che oggi inneggiano Salvini saranno d’accordo con il novanta percento delle nostre proposte sul tema, perché pesso non c’è conoscenza del fenomeno . I due giorni quasi di festa – continua Volpe – sono il prosieguo di quello che stiamo facendo da tempo: portare le persone a discutere guardandosi negli occhi, in modo che la Politica non sia soltanto una cosa da vedere in tv o da condividere su un social».

LUOGO SIMBOLO – La scelta del luogo per il movimento Pozzuoli ORA! non è affatto casuale. Ad oggi quel posto è stato liberato da un gruppo di cittadini non compromessi con nessun gruppo politico-partitico, eterogeneo, che senza nessun interesse lo ha ridato alla città tutta, come dimostra l’ospitalità ricevuta. «Ci siamo espressi a difesa di quel luogo e dei cittadini che lo hanno liberato anche in consiglio comunale – afferma il consigliere comunale di Pozzuoli ORA!, Raffaele Postiglione – È proprio per questo che abbiamo scelto quel posto. Parafrasando qualcuno “i risultati sono sotto gli occhi di tutti”: dove c’era erba adesso c’è giardino e orto, dove c’era incuria adesso c’è cura, dove c’era accesso negato adesso c’è accesso libero. Basta andare di domenica e vedere quante persone, che spesso non hanno nulla a che vedere con la Politica ed i comitati, frequentano liberamente quel luogo. Sceglierlo – conclude Postiglione – significa dire pubblicamente che Pozzuoli ORA! è e sarà dalla parte di quei cittadini che, nella loro piena indipendenza ed autonomia, hanno deciso di ridare quel luogo alla collettività, senza mai scendere nell’agone politico né nazionale, né locale».