POZZUOLI – Regna l’omertà attorno al ferimento del 28enne Giuseppe Cammino, ricoverato in ospedale al Santa Maria delle Grazie, a seguito di un colpo di pistola alla gamba, ricevuto nella tarda serata di sabato.

LE PARENTELE – L’uomo, figlio di un noto pregiudicato, nonché ritenuto gravitante attorno al clan Longobardi-Beneduce, non è in pericolo di vita. In tanti, su richiesta dei carabinieri della compagnia di Pozzuoli, non avrebbero fornito alcuna importante informazione, utile a ricostruire l’accaduto. Nel frattempo, i militari hanno perquisito alcune abitazioni in via Ovidio e Lucillio, nel cuore cuore del rione Toiano, da sempre roccaforte dell’organizzazione camorristica. La periferia puteolana, dunque, si conferma ancora una volta terra di omertà.