POZZUOLI – Oltre sessanta persone raggiunte e sottoposte a profilassi antibiotica. E’ quanto svolto dal personale medico dell’Asl Napoli2 Nord dopo il caso di meningite che ha riguardato un bimbo di sei anni di Quarto. Il piccolo, dopo le prime visite al pronto soccorso dell’ospedale Santobono, è stato ricoverato al Cotugno.

TERMINATA LA PROFILASSI – Intanto, da Pozzuoli e grazie anche al Comune di Quarto, è scattata la “ricerca” di tutte le persone che erano state a stretto contatto con il bambino. Nonostante le festività e la relativa difficoltà a contattare tutti – alcuni si trovavano anche all’estero – l’operazione si è conclusa al meglio. Ad essere consultata anche l’anagrafica scolastica, grazie alla quale si è risaliti ai nomi  di molti degli interessati. Le condizioni del bimbo sembrano essere in netto miglioramento, ma si attende l’esito delle analisi del Cotugno che permetteranno la tipizzazione del sierotipo.

CENTO FAMIGLIE DAL PEDIATRA – «Di grande supporto alle famiglie del territorio si è rivelata essere la Guardia Medica pediatrica del progetto regionale Cosped, attivata dall’Azienda Sanitaria anche sul territorio flegreo – fanno sapere dall’azienda sanitaria – Il pediatra di turno a Quarto presso l’ambulatorio straordinario ha assistito i genitori che durante i giorni di festa volevano chiarimenti sullo stato di salute dei propri figli e su eventuali azioni di profilassi da mettere in atto. Nelle sole giornate di sabato, domenica e lunedì sono state oltre cento le famiglie che hanno accompagnato i propri bambini in visita dal pediatra in servizio presso gli ambulatori della guardia medica di Corso Italia».