Fogna La Pietra (16)
Il fiume di melma finito in mare a via Napoli

di Gennaro Del Giudice

POZZUOLI – Dopo la nostra denuncia sullo sversamento di melma nauseabonda e la presenza di una grossa macchia marrone nel mare di via Napoli, arriva l’appello da parte di “Acli Dicearchia” e dell'”Osservatorio per la Tutela dell’Ambiente e della Salute” che hanno chiesto al sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia di assumere tutte le iniziative per individuare i responsabili dello scempio ambientale. Le due associazioni, rappresentate dai presidenti Ciro Di Francia Giovanna Di Francia, nella serata di domenica hanno inviato un fax alla segreteria del primo cittadino per chiedere azioni immediate e concrete.

 

L’APPELLO AL SINDACO – Acli Dicearchia ed Osservatorio per la Tutela dell’Ambiente e della Salute sono impegnati da tempo sulle problematiche ambientali, a tutela della salute dei cittadini, soprattutto a seguito della grave emergenza provocata dal traffico illecito dei rifiuti tossici. Nei giorni scorsi, nelle zone di Via Napoli e del porto di Pozzuoli , si sono verificati sversamenti a mare di notevole quantità di liquami e tale notizia è stata ampiamente pubblicizzata dagli organi di informazione.
Acli ed Osservatorio chiedono alla S.V. di assumere tutte le iniziative, anche d’intesa con ARPAC ed ASL, senza escludere il coinvolgimento della Procura della Repubblica, perchè vengano individuati i responsabili di tali azioni criminali e sia data opportuna informazione alla cittadinanza sui risultati conseguiti. Ringraziano per l’attenzione e porgono distinti saluti.