di Angelo Greco

Un momento della finale con il pubblico che gremisce la gradinate
Un momento della finale con il pubblico che gremisce la gradinate

POZZUOLI – Al grido di “mai per gloria solo per memoria” è partita ieri l’ottava edizione del trofeo “Loris e Daniele”. Il torneo di calcio, dedicato alla memoria dei due giovani puteolani assassinati per futili motivi, durerà cinque settimane con la finalissima che disputerà domenica 12 luglio. La finale e tutto il torneo come consuetudine avranno luogo sul cemento del campetto Bognar da tempo ormai dedicato di fatto ai due ragazzi. Novità di quest’anno la composizione delle squadre che si sono formate sorteggiando tutti gli “atleti” che hanno voluto partecipare. Centotrentacinque gli iscritti che andranno a formare le 15 squadre (suddivise in 3 gironi) che si daranno battaglia.

 

IL FENOMENO SOCIALE – Il “Loris e Daniele” è un appuntamento ormai consueto per la società puteolana: 5 settimane non solo di sport ma soprattutto di socialità in ricordo dei due ragazzi puteolani. Per tutta la durata del torneo pioggia o sole, caldo o vento, le gradinate “Loris e Daniele” saranno sempre stracolme non solo per assistere alle varie partite ma per dimostrare che il “Parco Bognar” non dimentica. A calcare la mano sul lato sociale anche la nuova formula che non ha previsto l’iscrizione delle squadre ma solo dei singoli partecipanti. Attraverso un sorteggio poi si sono formate le 15 squadre over 20 che si contenderanno quello che nei fatti è il trofeo più ambito dell’estate flegrea.