11665393_801587833295617_5335626251055349491_n
Gli avvisi del Comitato Riqualificare Licola

di Violetta Luongo
POZZUOLI –
Organizzare una visita turistica, giungere al sito, casomai sotto ad un sole cocente, e trovare i cancelli sbarrati, nessun avviso e nessuna informazione a riguardo, una triste situazione capitata a vari stranieri e italiani in visita nella terra flegrea. Ultimo ad aver giocato questo “scherzetto” agli ignari malcapitati è il sito di Cuma che si è fatto trovare chiuso. Non sono mancate proteste e lamentele pubblicate sul sito di recensioni TripAdvisor. Una pubblicità negativa per la città puteolana che potrebbe vivere di solo turismo.

“I SIGNORI DEI BENI CULTURALI CHE FANNO?” – All’assenza di informazioni ha voluto sopperire il comitato “Riqualificare Licola” che si è mobilitato con avvisi “fai da te”, affissi in vari luoghi vicini all’Antro della Sibilla. Volantini multilingue posti su pali della luce, sui cancelli e bidoni della spazzatura lungo la via che porta all’ingresso del Agropoli. «Forse ci sarà pure qualche errore nelle traduzioni dovuto al traduttore Google – spiega il presidente del Comitato, Umberto Mercurio – ma almeno i turisti hanno una informazione in più. Qui gli unici che hanno responsabilità sono coloro che gestiscono questo sito archeologico famoso in tutto il mondo. Informare è un dovere civico ma ciò che fa rabbia che da oltre un anno questo luogo è sbarrato ai turisti. Mi chiedo ma questi signori dei beni culturali cosa hanno fatto in questo tempo? Poco o nulla».

“VORREI CUMA COME POMPEI” – «La città di Pozzuoli può rinascere solo attraverso la valorizzazione, la fruibilità, di questo immenso patrimonio storico, siamo una città a vocazione turistica ed invece arranchiamo come vecchie carrette. Il nostro oro, questa ricchezza immensa, va valorizzata al meglio, oggi Pozzuoli è il Comune capofila dei Campi Flegrei, che può essere da traino ma bisogna invertire la tendenza, deve esser il Comune a gestire il tutto e non la Sovrintendenza, così come avviene per Verona per l’Arena dove il Comune scaligero incassa oltre 2 milioni di euro, Pozzuoli non incassa nulla. Voglio Cuma come Pompei sarà un sogno ma anche i sogni si realizzano prima o poi», conclude Mercurio.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]