POZZUOLI – E’ un vero incubo quello che stanno vivendo titolari e gestori di pizzerie, pub e ristoranti, costretti a ridurre gli spazi per rispettare le norme sul distanziamento e, di conseguenza, ad effettuare anche tagli al personale per contenere il calo delle richieste e le spese, per il momento rimaste invariate. In  quest’incubo, tra i tanti commercianti puteolani, è piombato anche Giovanni Matarese, titolare di Bob&Clare di Arco Felice, nota catena di pub dell’area flegrea, che ha ripreso le attività di delivery e di asporto: «Su 38 dipendenti in organico al momento sono stato costretto a richiamarne appena 14 vista la riduzione drastica degli spazi che si prospetta. -spiega Giovanni- E’ davvero dura continuare così. Da parte nostra cerchiamo di apportare idee per cercare di riprenderci tutti insieme». Bob&Clare, insieme ad altre 64 attività commerciali, ha sottoscritto un documento indirizzato all’amministrazione comunale: contiene 15 proposte per arginare la crisi del commercio locale.