POZZUOLI – Tegola sui lavori agli alloggi popolari di Monterusciello: un’interdittiva antimafia ha colpito il Consorzio che si aggiudicato l’appalto da 2 milioni e 700mila euro del comune di Pozzuoli. Nella fattispecie si tratta di lavori di adeguamento funzionale degli immobili di Edilizia Residenziale Pubblica, l’eliminazione delle barriere archietettoniche degli alloggi occupati da portatori di handicap, l’impermeabilizzazione e la realizzazione e rifunzionalizzazione di impianti elettrici nei lotti del quartiere.

LA MISURA ANTIMAFIA – L’informativa antimafia, che costituisce uno dei principali strumenti di contrasto al coinvolgimento di organizzazioni criminali nell’ambito dei rapporti economici tra Pubblica Amministrazione e privati, ha colpito il COSAP (Consorzio Stabile Appalti Pubblici) in passato già impegnato a Pozzuoli per il lavoro di ampliamento del cimitero comunale. Al momento resta da capire quale delle ditte consorziate sia stata la destinataria della interdittiva e le motivazioni che hanno portato all’emissione dell’informativa da parte della Prefettura. Intanto nelle prossime ore dal comune di Pozzuoli dovrebbe arrivare la sospensione dell’affidamento con conseguente scorrimento della graduatoria.