POZZUOLI – Una città messa in ginocchio dal maltempo e consiglieri comunali e cittadini che accusano il sindaco Vincenzo Figliolia e la sua amministrazione di “non avere capacità di programmazione”. Dopo l’attacco di Filippo Monaco, è arrivata la dura nota dei consiglieri di opposizione Gennaro Pastore, Lydia De Simone e Vincenzo Daniele che si aggiungono alle centinaia di cittadini che sui social hanno condannato quanto accaduto nelle ultime ore. «Abbiamo visto una città in ginocchio con il primo acquazzone autunnale. Quello che è accaduto a Pozzuoli nella giornata di ieri non è più ammissibile. Siamo stufi dell’atteggiamento superficiale di questa Amministrazione che non ha capacità di programmare i suoi interventi ma che ha solo la forza di chiudere le scuole. Ogni anno la stessa storia e a pagare è solo la cittadinanza» hanno scritto De Simone, Daniele e Pastore.

LA CONDANNA –  «Addirittura su via Carlo Rosini e via Guglielmo Marconi abbiamo visto dai video girati dai cittadini un fiume in piena che impediva l’uscita dal Rione Terra, quello che dovrebbe essere un luogo da valorizzare per rilanciare il turismo sul territorio. stessa situazione in via Cosenza con danni provocati alle attività commerciali. Abbiamo avuto segnalazioni ad Agnano Pisciarelli, su via Pergolesi, a Cigliano, a San Vito, su via Campana e ad Arco Felice. Quello che è accaduto in altre città d’Italia, a causa anche dei cambiamenti climatici, non può essere un alibi per non protestare davanti all’inefficacia di questa Amministrazione. Abbiamo visto che gli allagamenti ci sono stati anche sulle strade appena consegnate alla cittadinanza e questo è troppo per una città che sorge sul mare e si vuole dotare di infrastrutture da utilizzare in caso di emergenza sismica. Pozzuoli è una città che ha problemi di congestione del centro storico già in una situazione di normalità, quindi è necessario intervenire con la necessaria manutenzione affinché questo caos non si ripeta più.»