i 6POZZUOLI – Ecco il documento a firma dei 6 consiglieri di maggioranza che quest’oggi hanno disertato il consiglio comunale facendo mancare il numero legale sulla votazione del riequilibrio di bilancio. E’ firmato dal consigliere del Partito Democratico Elio Buono, dai consiglieri di “Iniziativa Democratica-Cittadini per Pozzuoli” Mario Massimiliano Cutolo ed Enrico Russo, dal consigliere di “Uniti per la libertà” Espedito Fenocchio, dal consigliere dei Verdi Maurizio Orsi e dal consigliere del “Centro Democratico” Tommaso Pollice.

documentoIL DOCUMENTO – Ormai da mesi, anche attraverso interventi critici espressi in sede consiliare, abbiamo evidenziato problematiche serie e irrisolte che attanagliano la Città. L’attività di programmazione della maggioranza consiliare non è stata supportata, soprattutto negli ultimi tempi, da una adeguata azione amministrativa. La crisi latente delle attività produttive e l’assenza di politiche tese alla salvaguardia e allo sviluppo del tessuto economico e commerciale, le inadeguate risposte occupazionali, il sempre più diffuso disagio sociale, la totale mancanza di iniziative per le aree periferiche del territorio, il mancato avvio di un efficace processo di riorganizzazione della macchina comunale, l’inadeguata gestione delle problematiche connesse al servizio della mobilità, con particolare riferimento alle aree di sosta, sono alcune delle questioni che abbiamo ripetutamente sottoposto al Sindaco senza ottenere risposte concrete.

Sono queste le questioni che, quotidianamente, ci segnalano cittadini ed operatori economici. L’assenza nell’ultima seduta di Consiglio Comunale è stata dettata unicamente dall’interesse di tutelare tali istanze che, seppur più volte sollecitate, non hanno ancora trovato adeguate discussioni e soluzioni.

Il Sindaco, anziché mantenere gli impegni ricercando un confronto di merito attraverso l’apertura di tavoli di discussione nella maggioranza, è ricorso ad accordi trasversali, legati a vecchie logiche e a singolari interessi, che l’intera maggioranza ha apertamente criticato in un recente documento politico e riportando in Consiglio Comunale Consiglieri assenti da anni.