Un momento dello spettacolo dei Vulimm Vulà
Un momento dello spettacolo dei Vulimm Vulà

POZZUOLI – È calato il sipario sulla terza edizione del festival teatrale nazionale “Tra Mito e Teatro”. Sulle assi del palco del teatro Sant’Artema di Monterusciello ha avuto luogo lo spettacolo della compagnia ospitante ed organizzatrice dell’evento, i Vulimm Vulà, e la cerimonia di premiazione. Come tutte le serata anche quella della premiazione è stata impreziosita da una grande cornice di pubblico.

 

I PREMI -Erano quattro le compagnie in gara, che come è nello spirito della manifestazione hanno rappresentato generi diversi di teatro. Protagoniste assolute le compagnie Costellazioni di Formia (LT) e il “Teatro dei Dioscuri” di Campagna (SA) che hanno conquistato i principali premi in palio. La compagnia del basso Lazio si è aggiudicata “Miglior Spettacolo”, il “Premio della Giuria Popolare” e migliore attore protagonista, mentre i campani hanno portato a casa “Migliore Regia”, “Migliore Attore non protagonista” ed il premio speciale per la giuria stampa come “Migliore Regia”. “Migliore Attrice Protagonista” e “Migliore Attrice non Protagonista” sono andati rispettivamente alla “Bottega di Rebardò” di Roma e alla compagnia “Amici Nostri” di Castellana Grotte (BA).

 

LIVELLO MOLTO ALTO – Nel complesso il livello medio della manifestazione è stato molto alto con il pubblico che ha gradito gli spettacoli in concorso. Arrivata alla terza edizione ormai “Tra Mito e Teatro” è una manifestazione ben rodata che si sta radicando in città, non solo con la collaborazione con “Nemea” per le visite guidate sul territorio ma anche per la partecipazione di molte associazioni che hanno dato vita ai mini spettacoli che hanno fatto sempre da preludio ai lavori in concorso. A margine della serata poi il parrocco della Parrocchia Sant’Artema, Don Elio Santaniello, dove si è svolto l’evento, ha voluto inaugurare e benedire il teatro appena restaurato. Appuntamento per il prossimo anno quando ci saranno sicuramente altre novità.