Fuochi dell'AssuntaPOZZUOLI – Per migliaia di residenti, soprattutto nella zona del lungomare di via Napoli, è un vero e proprio incubo notturno: essere svegliati in piena notte dall’esplosione di fuochi d’artificio, nonostante si tratti di una “pratica” vietata e permessa solamente dietro espressa autorizzazione. A ricordarlo agli “smemorati”, in particolare gestori di ristoranti e lidi balneari, è il sindaco Figliolia. Che oltre a richiamare le norme che vietano l’accensione dei giochi pirotecnici, rammenta le sanzioni previste per tale violazione.

LE MULTE – La prima riguarda proprio l’ammenda prevista per la sola esplosione dei fuochi che già può comportare il pagamento di una sanzione amministrativa da 15 a ben 500 euro. Ma non finisce qui: l’esplosione di fuochi lungo le strade pubbliche porta con sé anche “l’insozzamento” di queste. E in questo caso scatta un’altra sanzione, che non potrà essere inferiore ad altri 500 euro. I guai per i trasgressori riguarderanno poi la sospensione delle licenze, da tre a 15 giorni nel caso in cui si becchino due cartellini gialli: in pratica dopo due violazioni. Questo quanto “ricordato” da via Tito Livio. Non resta che sperare che i controlli possano porre un freno a chi rovina il sonno dei residenti. Controlli per nulla facili, dal momento che un’esplosione di fuochi può consumarsi in meno di un minuto, troppo poco per individuare il “colpevole”, soprattutto durante le oredi minor presenza di forze dell’ordine – in particolare della polizia municipale – lungo le strade della città. Due aspetti, questi ultimi, sui quali da sempre si sono cullati gli amanti dei fuochi d’artificio sparati illegalmente.