di Gennaro Del Giudice

Piazza a Mare (12)
Piazza a Mare a Pozzuoli, teatro delle violenze

POZZUOLI – Ha prima preso in giro un giovane per l’abbigliamento che indossava, poi lo ha aggredito e minacciato davanti alla madre afferrandolo per il collo, infine si è scagliato contro i poliziotti intervenuti in difesa della vittima danneggiando la loro auto con una testata.  Attimi di follia ieri sera a Pozzuoli, protagonista un 27enne puteolano, Massimiliano Cangiano, arrestato dagli agenti del locale Commissariato diretto dal vice Questore Pasquale Toscano, per essersi reso responsabile dei reati di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato, inoltre lo hanno denunciato in stato di libertà per i reati di minacce e percosse nei confronti di un ragazzo minorenne.

 

LE VIOLENZE – Nella tarda serata di sabato gli agenti, in servizio di controllo del territorio, stavano percorrendo la trafficatissima via Roma quando hanno notato l’uomo strattonare con violenza un giovane. Alla vista della volante della polizia Cangiano ha immediatamente abbandonato la presa, dandosi alla fuga. Gli agenti, immediatamente intervenuti, hanno accertato che pochi attimi prima la vittima, mentre si avvicinava all’auto della madre che lo attendeva in sosta nella vicina Piazza a Mare in compagnia di due amici, veniva preso in giro dal 27enne per l’abbigliamento indossato. Cangiano oltre alle offese lo afferrava per il collo, lo strattonava e lo minacciava facendo intendere di essere armato. Tempestivo è stato l’intervento della Polizia che ha scongiurato il peggio. A quel punto gli agenti hanno bloccato l’aggressore che nel tentativo di dileguarsi si è scagliato contro un poliziotto aggredendolo e danneggiando la carrozzeria della volante più volte colpita con calci e pugni. Massimiliano Cangiano è stato poi arrestato e nella mattinata di lunedì sarà giudicato con rito direttissimo.