di Gennaro Del Giudice

Uno degli arrestati condotto al Comando di Polizia Municipale
Uno degli arrestati mentre viene condotto al Comando di Polizia Municipale

POZZUOLI – Dieci persone sono state arrestate all’alba a Pozzuoli al termine di una vasta indagine su false assicurazioni. A mettere le manette ai polsi sono stati gli agenti della Polizia Municipale di Pozzuoli, diretti dal Comandante Carlo Pubblico e dal vice Comandante Silvia Mignone, che dalle 5.30 di questa mattina hanno eseguito dieci ordinanze di custodia cautelare emesse dalla Procura di Napoli per truffa e associazione a delinquere, di cui 6 in carcere e 4 agli arresti domicialiri. I destinatari, dopo essere stati prelevati dalle proprie abitazioni, sono stati condotti presso il comando della Polizia Municipale di Pozzuoli in attesa del trasferimento in carcere.

 

 

Arresti Vigili (4)
L’arrivo di uno degli arrestati al comando di Pozzuoli

L’OPERAZIONE – Gli arresti sono arrivati al termine di una vasta indagine (conclusa nel 2011) che ha interessato Campania, Lombardia, Puglia e Friuli Venezia Giulia, la Polizia Municipale di Pozzuoli ha eseguito 10 ordinanze di custodia cautelare, emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica – Sezione Reati di Criminalità Economica, nei confronti degli organizzatori e partecipi di una ben strutturata associazione a delinquere dedita alla produzione e vendita di polizze contraffate ad ignari contraenti, che stipulavano contratti per la responsabilità civile per autoveicoli

 

AGENZIE SEQUESTRATE – Con lo stesso provvedimento è stato disposto il sequestro preventivo delle seguenti agenzie: Agenzia OM Assicurazioni con sede a Pozzuoli, nella zona di Arco Felice; Ra Assicurazioni con sede a Napoli-Fuorigrotta; Tega con sede a Casalnuovo; Agenzia Assicurativa Infortunistica con sede a Napoli; LY Print Srl con sede a Pomigliano d’Arco; Coppola con sede a Napoli; Assigiros con sede a Mugnano. Agenzie alle quali, stando all’inchiesta, fino al 2011 sono state legati i 10 finiti in manette.

 

Arresti Vigili (5)
L’ingresso nel comando vigili di uno degli arrestati

IL “SISTEMA” – Le investigazioni, avviate dalla Polizia Municipale di Pozzuoli nei confronti di 24 indagati a seguito di occasionali controlli sulla regolarità di polizze auto, hanno consentito di accertare che l’organizzazione – struttura in forma piramidale ai danni di cittadini e di Compagnie di Assicurazione – aveva a capo la G&B Broker Insurance con sede ad Avellino (falsa agenzia che mutuava falsamente la vera agenzia con medesima denominazione) e la BTOB Broker Insurance con sede a Milano, localizzate in lussuosissime sedi. Capi e promotori del sodalizio criminoso – scrive il Procuratore Aggiunto della Repubblica Fausto Zuccarelli –nonché gestori delle società fittizie erano gli indagati Grieco Nicola Domenico, Sciarrino Marco e Visone Antonio, che assumevano l’identità di ignari veri agenti assicurativi regolarmente iscritti al RUI, che operano nell’avellinese e nel milanese. E’, altresì, emerso che la commercializzazione delle polizze false avveniva anche con la complicità di agenzie assicurative, regolarmente costituite, operanti sul territorio flegreo e nell’hinterland napoletano.

 

IL BUSINESS – Il volume degli affari è stato stimato in 20 milioni di euro (di cui 3 milioni di euro per polizze già vendute a 17 milioni di euro per polizze pronte per la vendita). Nel corso delle indagini è stata scoperta una stamperia clandestina di polizze assicurative in un appartamento di Pomigliano D’Arco, dove sono stati sequestrati 15mila prestampati per polizze assicurative, completamente false. Oltre alle polizze sono stati sequestrati timbri falsi di broker assicurativi e di compagnie assicurative.

 

LE FOTO (di Angelo Greco)

[cronacaflegrea_slideshow]