di Gennaro Del Giudice

furti scassoPOZZUOLI – Due bar e un distributore di benzina assaltati in una sola notte, 3 colpi messi a segno in poche ore. Ancora ladri scatenati a Pozzuoli, dopo il furto con gas narcotizzante in una villa a Monterusso, ieri un bar in via Vespasiano al Rione Toiano, un distributore di carburanti Eni e un bar a Lucrino sono stati scassinati e svaligiati. La “mano” che ha agito in un intervallo di tempo tra le 4 e le 6 del mattino potrebbe essere la stessa, forse una banda che si è mossa a bordo di una Fiat Uno di colore verde scuro, stessa tipologia di vettura segnalata dopo il furto a Monterusso.

 

bar toiano (2)
Antonio, titolare del “Dream Coffee”

LADRI MESSI IN FUGA – Sui tre episodi stanno indagando gli uomini del Commissariato di Polizia di Pozzuoli, diretti dal vice Questore aggiunto Pasquale Toscano, che nella mattinata di ieri hanno rinvenuto la Fiat Uno utilizzata per sfondare l’ingresso del bar “Dream Coffee” al Rione Toiano. I ladri infatti hanno utilizzato il veicolo come ariete per scassinare la saracinesca e la porta che danno l’accesso al locale provocando un boato che ha svegliato i residenti che abitano nella palazzina nella quale sorge il bar. Urla e richieste di intervento alle forze dell’ordine che hanno messo in fuga i ladri che a malapena sono riusciti a portare via la cassa all’interno della quale c’erano pochi euro. Poi la fuga a bordo della vettura tra le strade del rione. «Hanno provocato solo danni alla struttura per oltre mille euro. La Polizia mi ha riportato parte della cassa che è stata trovata insieme all’auto» ha raccontato Antonio, titolare del Dream Coffee.

 

bar e distributore lucrino (1)
L’ufficio del distributore di benzina di Lucrino

BAR E BENZINAIO – Terminato il primo assalto poco dopo altre due attività commerciali sono finite nel mirino dei ladri: il distributore di carburanti e il bar della stazione di servizio ENI a Lucrino, più volte prese d’assalto negli ultimi anni. In quest’occasione il furto è andato in scena intorno alle 6 del mattino. Dopo aver divelto la saracinesca dell’ufficio del distributore, i ladri hanno fatto razzia nel locale riuscendo ad entrare anche nel contiguo bar attraverso una porta in comune arraffando in totale circa 2mila euro e alcune schede telefoniche. Un’azione fulminea condizionata dall’entrata in funzione del sistema d’allarme del bar che ha costretto alla fuga i malviventi. Anche in questo caso sul posto sono giunti i poliziotti del locale commissariato che in queste ore stanno dando la caccia ai componenti della banda della Fiat Uno verde.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]