POZZUOLI – Nel pomeriggio di lunedì, nella sala conferenze di Palazzo Toledo, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ci sarà l’evento finale del concorso di idee “Riflessioni per una donna”. All’iniziativa prenderanno parte i rappresentanti delle istituzioni che premieranno i giovani vincitori del concorso ed avvieranno un sano dibattito sul tema delle discriminazioni e delle barriere che hanno, molto spesso, tenuto le donne lontano dai posti di comando, impedendo a molte di loro di sfondare il cosiddetto soffitto di cristallo che, in molti casi, ancora oggi le separa da posti apicali. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Pozzuoli e vedrà tra i relatori i rappresentanti dell’associazione “Nuovi Orizzonti”.

LA DATA – La data del 25 novembre è stata scelta in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni. Il 25 novembre 1960, infatti, le sorelle Mirabal, mentre si recavano a far visita ai loro mariti in prigione, furono bloccate sulla strada da agenti del Servizio di informazione militare. Condotte in un luogo nascosto nelle vicinanze furono torturate, massacrate a colpi di bastone e strangolate, per poi essere gettate in un precipizio, a bordo della loro auto, per simulare un incidente.

I CENTRI ANTIVIOLENZA – In Italia solo dal 2005 alcuni centri antiviolenza e case delle donne hanno iniziato a celebrare questa giornata. Ma negli ultimi anni anche istituzioni e vari enti come Amnesty International celebrano questa giornata attraverso iniziative politiche e culturali. Ormai centinaia di iniziative in tutta Italia vengono organizzate in occasione del 25 novembre per dire no alla violenza di genere in tutte le sue forme.