POZZUOLI«Da oggi in poi fermate anche i cani» è l’imperativo giunto ieri attraverso la radio di una volante. Detto fatto. Nella giornata di ieri oltre cento persone sono state fermate e identificate in poche ore, soprattutto a via Napoli, Corso Umberto I e nel rione marocchini, teatro della festa trash balzata agli onori della cronaca nazionale. I controlli hanno visti impegnati gli uomini del commissariato di Pozzuoli, carabinieri e polizia municipale dislocati su tutto il territorio cittadino che hanno fermato pedoni e automobilisti. Tra questi una donna proveniente da Napoli ha ricevuto dalla municipale una multa di 2.500 euro in quanto, oltre ad essersi spostata da un comune a un altro senza valido motivo, camminava con auto sottoposta a fermo nei mesi scorsi. Per lei è scattato anche l’obbligo di quarantena obbligatoria.