POZZUOLI – Ctp, scatta il presidio permanente. Da circa un’ora, a Napoli, sotto Palazzo San Giacomo, i lavoratori dell’azienda di trasporto pubblico sono tornati a far sentire la propria voce. «Basta con i proclami fasulli, troppe famiglie attendono», è il grido d’allarme di chi aspetta ancora di essere pagato. Al fianco dei manifestanti l’Unione sindacale di base. I lavoratori della Ctp contestano il mancato pagamento degli stipendi e un’incertezza sul proprio futuro lavorativo visto lo stato di crisi in cui versa l’azienda di proprietà dell’ex Provincia, operativa anche sul territorio flegreo. «Convinti che la Ctp stia continuando l’inarrestabile corsa verso il fallimento e considerato il servizio inefficiente che la Città metropolitana offre ai cittadini pretendiamo risposte dal sindaco de Magistris in persona. Città metropolitana non è più attendibile, da tempo ormai. Troppi ritardi, troppe scusanti, troppi cambi di scenario», si legge su un manifesto.