POZZUOLI – Dopo i sequestri di Toiano e Monterusciello non si ferma l’azione di contrasto contro la vendita illegale di cozze e frutti di mare in strada. Ieri pomeriggio una task force composta da carabinieri e Polizia Municipale di Pozzuoli ha sequestrato oltre 50 chili di mitili a due venditori abusivi e denunciato un ambulante per sversamento illegale di rifiuti. Il primo è stato fermato nello spazio antistante ai depuratori di Cuma-Licola, nei pressi della rotatoria tra via Domitiana e via dei Platani.

TRE DENUNCIATI – Oltre alle cozze sono state sequestrate diverse attrezzature utilizzate per la vendita, mentre il venditore è stato denunciato per le gravi condizioni igienico-sanitarie in cui teneva i prodotti, tutti senza tracciabilità. Inoltre nei suoi confronti è stato elevato un verbale amministrativo in quanto operava senza alcuna licenza di vendita. Stessa sorte è toccata a un venditore in via Campana dove anche in quel caso la task force, diretta dal maggiore della Municipale Silvia Mignone, ha sequestrato mitili, attrezzature e denunciato un venditore. Infine un venditore ambulante di frutta e verdura è stato denunciato per aver abbandonato rifiuti lungo la strada.