di Gennaro Del Giudice

incendio go-kart licola (15)
La grossa nube di fumo provocato dall’incendio di pneumatici

POZZUOLI – Mentre una grossa nube di fumo avvolge la zona degli stabilimenti balneari di Licola Mare e le fiamme rendono irrespirabile l’aria, due uomini a torso nudo chiudono il grosso cancello per “nascondere” l’ennesimo disastro ambientale. Nessuno deve vedere cosa c’è in quel terreno, guai a scattare fotografie. Uno dei due ci segue anche all’esterno, impedendo di oltrepassare un cancello dove i vigili del fuoco stanno cercando di domare le fiamme. “Niente foto – esclama agitandosi – ve lo sto dicendo con le buone maniere vedete?” Intanto centinaia di pneumatici stanno bruciando nella pista di go-kart che sorge in via Sibilla, distruggendo centinaia di ettari di terreno. E’ l’ennesimo scempio che va in scena alla periferia di Pozzuoli, dove intanto a poca distanza due roghi vengono segnalati anche a Monterusciello. Sono più piccoli ma interessano cumuli di eternit – fanno sapere i due funzionari dell’Arpac che monitorano la zona. Anche a uno dei due è stato negato l’accesso da quegli uomini a torso nudo che – ci dirà più tardi il proprietario della pista – non erano dipendenti della struttura.

 

incendio go-kart licola (3)
La pista di go-kart

PNEUMATICI IN FIAMME – Il vasto incendio è andato in scena questa mattina a Licola Mare, a pochi metri dalla foresta di Cuma, teatro da sempre di scarichi di rifiuti. Per diverse ore una grossa nube nera ha invaso l’area arrivando fino al quartiere di Monterusciello dove, nel frattempo, due roghi di eternit bruciavano in via Brancaccio e in una zona a pochi passi dalla stazione della circumflegrea. Numerose le autobotti dei vigili del fuoco impiegate per spegnere i tre incendi. Di maggiore portata è stato quello di Licola, a causa della presenza di pneumatici che hanno provocato una grossa nube nera. Sul posto insieme ai carabinieri della stazione di Licola e di Pozzuoli sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Municipale. Dai primi riscontri effettuati non sarebbero state rinvenute tracce di innesco escludendo, almeno per il momento, la matrice dolosa. Le fiamme hanno interessato parte della pista di go-kart e una vasta area che ospita il parcheggio di uno stabilimento balneare dove, prima del rogo, erano in corso dei lavori di pulizia. Forse un’autocombustione che in pochi minuti ha provocato il vasto incendio che si è propagato nella vicina pista.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]