POZZUOLI – Nuovi guai per Gennaro Coppola, il 57enne sorvegliato speciale che appena pochi giorni fa era stato denunciato per violazione della misura a cui è sottoposto. Ancora una volta sono stati gli agenti del commissariato di piazza Italo Balbo ad incastrare il pregiudicato, conosciuto come “Carichiello ‘o nasone”.

SECONDA DENUNCIA – Oltre a possedere una radio (rientra tra le limitazioni e cui deve sottostare) l’uomo aveva installato un sistema di videosorveglianza nella propria abitazione. Una microcamera a bottone, dall’apparente aspetto di una semplice vite, era stata montata all’interno di una plafoniera a montata all’ingresso del porticato del palazzo in cui abita. L’occhio elettronico era poi collegato ad un televisore di ultima generazione montato in salotto.

METADONE – Inoltre, nel coso della stessa operazione, la polizia ha denunciato anche un 36enne che vive nella stessa abitazione (è il cognato) nella cui stanza da letto sono state trovati due flaconcini di metadone.