serata beneficenza CarlaPOZZUOLI – La sua voce emozionata ha riscaldato i cuori, le sue parole sono state poche ma intense, i suoi grazie tanti. Lei, Carla Caiazzo, diventata una sorta di “icona” della lotta per la vita e contro ogni violenza ha salutato Pozzuoli, la sua città, la sua gente attraverso un collegamento telefonico. In centinaia hanno ascoltato la voce di colei che per tutti è ormai come una figlia, una sorella. Ieri sera Pozzuoli ha risposto nuovamente “presente” alla maratona di solidarietà organizzata per la giovane donna aggredita e data alle fiamme dall’ex compagno.

serata beneficenza CarlaCARLA STA BENE – La prima edizione del “Pozzuoli & Friends” organizzato al complesso “Damiani” di Pozzuoli è stato un successo. Un palco suggestivo e una bella cornice di pubblico hanno fatto da scenario per una serata all’insegna della solidarietà. Carla ha salutato il pubblico attraverso il cellulare tenuto da un’emozionata Lidya De Simone, assessore alle politiche sociali del comune di Pozzuoli che insieme a Teresa Cannavacciuolo di “Nuovi Orizzonti”, l’imprenditrice Elena Arrichiello, il consigliere Maurizio Orsi e rispettivi entourage tanto si sono prodigati per la buona riuscita dell’evento. “Carla migliora, sta bene, oggi ha fatto un pre-ricovero. Dovrà essere sottoposta a qualche altro intervento ma tutto sommato il peggio è passato” ha detto il medico che segue Carla da quel maledetto 1 febbraio.

DIECIMILA EURO – Durante la manifestazione sono stati raccolti 10mila euro, somma donata a Carla Caiazzo che è intervenuta durante un breve collegamento telefonico. Poi è stata la volta del suo medico e dell’avvocato, due professionisti diventati una sorta di “angeli custodi” per la giovane. Durante la serata l’annuncio che Carla Caiazzo dall’anno prossimo sarà la madrina del “Pozzuoli & Friends”, manifestazione che perseguirà sempre uno scopo benefico. Un inno alla vita, una festa che è proseguita con sfilate di moda e le canzoni di uno scatenato Gianni Lanni. E Pozzuoli ancora una volta si è unita per Carla.

LE FOTO