IPHONE 3 GS 007
Semafori all’incrocio tra via Pirandello, via Viviani e via Curtis

POZZUOLI – Ancora una volta è una delle periferie che contornano la città di Pozzuoli a trovarsi di nuovo sotto i “riflettori” della cronaca. Ci troviamo ancora nel mega quartiere di Monterusciello, dove questa volta l’attenzione si sposta dai tanti rifiuti di ogni genere che si possono trovare per le strade a qualcosa di ben più grave e di pericoloso: i semafori. Semafori che dovrebbero regolare gli incroci, ma che invece non funzionano a causa di un guasto. Guasti per cui richiederebbero quanto prima possibile degli interventi di manutenzione. E’ così da tempo ormai e nessuno come al solito fa niente. E intanto non può che  regnare – in un certo qual senso –  il “caos” nei due incroci, i più grandi e trafficati del quartiere di Monterusciello, dove da una parte ci sono gli automobilisti che non sempre rispettano le dovute precedenze, peraltro senza moderare neanche la velocità, e dall’altra, invece, i pedoni che hanno il timore di attraversare. Il  pericolo è sempre in agguato, forse si deve aspettare che ci scappi il morto per risolvere il problema?

IPHONE 3 GS 002
Altro incrocio regolato da semafori non funzionanti tra via Marotta, via Viviani e via Nicolardi

SEMAFORI  “KO” – Di nuovo semafori fuori uso. Non è più una novità ormai. Tante sono le segnalazione da parte dei residenti che lamentano le condizioni dei semafori, i quali sembrano non trovare pace. Rare, forse uniche, le manutenzioni che si apportano a questi fondamentali dispositivi regolatori, i quali –  dopo trascorse nemmeno due settimane – tornano a non funzionare più. Ed infatti, i dispositivi installati agli incroci tra via Viviani e via Pirandello, e tra via Marotta e via Nicolardi, continuano ad emettere, ad intermittenza, la sola luce gialla per segnalare sia la presenza del guasto, ma anche e soprattutto il pericolo nell’attraversamento dei due crocevia. Tornano quindi a non funzionare per un guasto tecnico, che sta creando non ben pochi disagi tra automobilisti e pedoni.

LE FOTO