L'impianto di depurazione di Cuma - Licola
L’impianto di depurazione di Cuma – Licola

POZZUOLI- Il depuratore di Cuma torna a far parlare di sé. A lanciare l’allarme è stato il comitato “Riqualificare Licola” che ha denunciato l’aria irrespirabile nella zona con una lettera indirizzata al Sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, in cui richiede l’intervento urgente della regione Campania. Secondo il Comitato l’impianto negli ultimi mesi è stato correttamente funzionante e i problemi sono nati con le dimissioni del Commissario.

L'assessore all'ambiente Francesco Cammino
L’assessore all’ambiente Francesco Cammino

L’SOS DEL COMITATO- Da molti giorni Licola nelle ore serali è invasa da miasmi provenienti dal depuratore di Licola– si legge nella lettera – Immagini alla riapertura delle scuole la puzza che ci sarà , non lo troviamo rispettoso verso i bambini. Parleremo con i genitori e sicuramente attueremo forme di lotta, se necessario, non portando i bambini a scuola”.

L’AMMINISTRAZIONE- «E’ una guerra che facciamo da anni – ha dichiarato l’Assessore all’ambiente Franco Cammino –siamo riusciti ad ottenere dei finanziamenti e stiamo facendo la riqualificazione e la rifunzionalizzazione del depuratore. C’è solo un problema, il commissario si è dimesso e siamo in attesa che il ministero indichi un altro dirigente ».

L’INQUINAMENTO- «Dobbiamo evitare che tutti i rifiuti che partono dai Camaldoli arrivino a Licola mare – ha proseguito l’Assessore – Ci sono due finanziamenti, uno di 18milioni di euro ed uno di 10milioni, dei comuni della provincia di Napoli e sarà indetta una gara». Secondo il portavoce del comitato, Umberto Mercurio «Il problema non è l’alveo dei Camaldoli ma l’inquinamento arriva da Giugliano, dove nessuno controlla nulla. Noi non vogliamo vivere con le maschere antigas a vita».