L'IniziativaPOZZUOLI – Due giorni nel segno della cultura, del confronto e della voglia di vincere la “sfida Rione Terra”. L’occasione è stata l’evento “Cultura e Turismo: una scelta per la Città flegrea”, promosso dall’associazione “L’Iniziativa” a Palazzo Migliaresi lo scorso fine settimana. Sono state centinaia le persone che hanno visitato la mostra fotografica “Un giro per i Campi Flegrei”, 46 scatti realizzati da fotografi puteolani della redazione de L’Iniziativa sulle bellezze del territorio. Un allestimento dal chiaro significato: rappresentare le potenzialità attrattive dei Campi Flegrei e le diverse facce della vocazione turistica, dall’archeologia, alla natura, alla storia e al tempo libero. Molto apprezzata è stata la suggestiva visita guidata gratuita al percorso archeologico sotterraneo, arricchito da qualche settimana dalle istallazioni multimediali.

L'IniziativaLA VISITA GUIDATA – Il turno di visita è stato curato dall’associazione con la partecipazione guida regionale Silvia Massa, un modo per ribadire in modo trasparente il carattere inclusivo di questa fase promozionale degli scavi che rappresenta un’opportunità, e al tempo stesso un impegno, per tutta la cittadinanza attiva e le professionalità locali. Ricco di osservazioni è stato il dibattito di sabato pomeriggio, che ha visto la partecipazione di numerosi rappresentanti delle associazioni e di operatori turistici, nonché delle Istituzioni cittadine, con la presenza del Sindaco Vincenzo Figliolia, dell’assessore alla Cultura Franco Fumo e dei consiglieri comunali Salvatore Caiazzo e Michelangelo Luongo. I promotori dell’evento hanno sottolineato la propria idea del Rione Terra, inserito in un contesto più generale di città flegrea, avanzando la proposta di individuare un Palazzo delle Arti e delle esposizioni e la richiesta di aprire di un confronto sulle ipotesi concrete di Museo civico: due elementi fondamentali per riuscire a legare la futura area ricettiva del Rione al Polo culturale del Complesso Toledo e al resto del tessuto urbano.

SODDISFAZIONE – da parte degli organizzatori: «Abbiamo raccolto domande, osservazioni e progetti per lo sviluppo turistico-culturale, che nel prossimo futuro approfondiremo e promuoveremo – ha dichiarato Dario Chiocca, presidente dell’associazione. – da parte della gente c’è voglia di informazione e di condivisione sulle scelte da intraprendere. Più di ogni altra cosa siamo onorati di aver potuto dare un contributo a questa rinnovata fase di riappropriazione e di vivacità del Rione Terra. E’ un momento decisivo per dare continuità all’entusiasmo e alle aspettative di tanti cittadini e restituire alla comunità questo bene comune. E siamo tutti chiamati a fare la nostra parte: amministratori, operatori del settore turistico, mondo della cultura e cittadinanza attiva».