MONTE DI PROCIDA – Urla, lacrime e paura. Il mare agitato e la corsa contro il tempo non sono di aiuto. A Torregaveta, a Monte di Procida, un uomo, insieme a un coetaneo, si è tuffato in mare per salvare due ragazzini, ma è stato completamente travolto dalle onde. Al momento sono ancora in corso le ricerche del disperso da parte della Capitaneria di Porto. Il personale della Guardia Costiera sta scandagliando l’intera area sia con le motovedette che con il personale di terra. A supporto delle attività, finora senza esito, pure i carabinieri.

IL DRAMMA – Il fatto è accaduto intorno alle 11 del mattino. Il forte vento e le onde, che hanno raggiunto qualche metro in altezza, hanno sopraffatto i due minorenni durante un bagno in mare nei pressi della scogliera. Da qui l’intervento di due uomini ai fini di portare in salvo i ragazzi. In acqua si sono poi tuffate anche altre persone, tra cui il cameriere di un locale. A prestare i primi soccorsi sono stati Luigi Tedesco, capo della Guardia Costiera Locamare Bacoli e il sottocapo Giovanni De Robbio, che hanno riportato varie ferite durante l’operazione. Uno dei due cinquantenni – tra i primi a buttarsi in acqua per salvare i ragazzi – non è riuscito, invece, a risalire a riva, ma è stato trascinato dalla forza del mare. I minorenni sono in forte stato di choc e sono stati soccorsi dal personale medico del 118.