parcometro casevecchieMONTE DI PROCIDA – Si sa, sulle strisce blu a Monte di Procida il tempo è danaro: quando c’è necessità di parcheggiare la propria auto lungo le aree di sosta a pagamento insistenti sul territorio comunale i secondi, le ore e i minuti si trasformano in euro da dover introdurre nei parcometri oppure da investire nell’acquisto dei classici “grattini” al fine di evitare di incorrere in sanzioni. Ma nel più piccolo dei centri flegrei, a quanto pare, qualora l’automobilista dovesse decidere di affidarsi ai ticket rilasciati dai parcometri, dovrà prestare massima attenzione all’orario riportato dai dispositivi.

parcometro sballatoPARCOMETRI “SBALLATI” – Già, perché non tutti i parcometri riportano un orario che corrisponde a quello «reale» del nostro orologio. E’ il caso del parcometro ubicato in Piazza Sant’Antonio, a Casevecchie. Pare che sin da quando sia stato installato, il macchinario, riporti 40 minuti di anticipo rispetto all’ora reale. Dalla foto pubblicata si evince chiaramente che mentre le lancette dell’orologio del campanile della Chiesa di Sant’Antonio riportano esattamente le ore 13 e 3 minuti, il parcometro registra invece le 13, 43. Insomma, nel caso in cui un agente di Polizia Municipale non dovesse accorgersi in tempo dell’errore, la durata della sosta garantita dal tagliando sarebbe estesa di ben quaranta minuti, a danno delle entrate del Comune. Possibile che nessuno si sia accorto dell’orario sballato? A chi spetta il compito di supervisionare il corretto funzionamento dei parcometri? In questo caso si tratta di una lieve irregolarità, ma qualora dovessero verificarsi malfunzionamenti gravi tali da ostacolare il servizio al cittadino, quanto tempestivamente potrà intervenire la ditta incaricata? Ricordiamo infatti che la manutenzione ordinaria e straordinaria dei dieci parcometri installati sul territorio spetta alla società TC. Italia Servizi s.r.l. con sede a Casalnuovo.