Un momento di gara 1

FOGGIA – Una sconfitta che brucia quella che il Rione Terra Pozzuoli Volley ha incassato al palasport “Preziuso” in casa della Volley Capitanata Foggia. I pugliesi alla fine vincono 3-1 anche se i flegrei nel quarto set hanno avuto l’occasione per portare la partita al tie break. Per Della Monica e compagni è la quinta sconfitta consecutiva alla vigilia del derby di domenica prossima contro la corazzata Ottaviano. Nel primo set i gialloblù partono bene e riescono a stare incollati ai padroni di casa che alla fine si aggiudicano il set per 25-21. Nel secondo periodo nonostante la strigliata di coach Cirillo i flegrei partono male (6-3) cercano di recuperare ma Foggia va avanti come una scheggia (17-11) con i pugliesi che si portano sul 2-0 vincendo il set per 25-16. Nel terzo esce fuori finalmente il cuore del Rione Terra Volley con il match in pieno equilibrio (9-9). Pozzuoli da un break ma viene ripreso dai pugliesi (21-21). Poi, i puteolani mettono a terra il punto del 22-23 e infilano altri due punti facendo loro il periodo (22-25). Nel quarto set Foggia parte avanti (5-3) ma il Rione Terra è li guardingo e deciso ad allungare la serie (14-14). Poi, i pugliesi piazzano un break che risulterà decisivo con Pozzuoli che ha un autentico black out: alla fine Foggia fa suo il set 25-17 vincendo anche il match.

POST PARTITA – «Nei primi due set abbiamo sbagliato molto in fase di ricezione e non siamo scesi in campo concentrati a dovere subendo le azioni di Foggia – spiega coach Costantino Cirillo -. Nel terzo abbiamo, invece, giocato la nostra pallavolo quella che dovremmo fare sempre con spensieratezza, poi, nel quarto siamo stati in gara fino al 14 pari ma alla fine abbiamo avuto un momento in cui siamo andati in bambola e abbiamo consentito ai pugliesi di vincere. Peccato perchè avevamo tutte le carte per fare bene e portare la gara al tie break. Purtroppo il nostro problema è mentale dobbiamo scrollarci di dosso questa paura che abbiamo e giocare con più serenità e inoltre metterci in testa che il campionato di B è ben diverso da quello di serie C. C’è bisogno di più cattiveria perchè sotto l’aspetto tecnico non demeritiamo ed è un vero peccato perdere gare in questo modo. Rispetto a domenica scorsa la squadra ci ha messo più cuore e siamo migliorati, ci è andato storto solo il risultato. Ma sono convinto che con una vittoria questo periodo negativo passerà».