POZZUOLI– Continua il momento magico del Rione Terra Volley che con una prestazione semplicemente perfetta annienta la fortissima Marcianise, 3-0, centrando così la quarta vittoria consecutiva. Se tre indizi fanno una prova, come diceva Agatha Christie, allora i puteolani sono ufficialmente qualcosa in più di una semplice mina vagante del girone G della serie cadetta: ebbene il sestetto gialloblu, partito con l’obiettivo salvezza, (già abbondantemente raggiunto) nelle ultime tre uscite, oltre il quotato team casertano,  ha avuto la meglio in maniera netta, a tratti quasi feroce, anche ai danni del Casarano, altra big del girone, e dell’ostica Atripalda. Seconda piazza ora distante sole 7 lunghezze.

LA CRONACA– Al PalaErrico lo show dei ragazzi di coach Costantino Cirillo, memori e vogliosi di riscattare il match d’andata perso al tie-break nonostante i due set di vantaggio, inizia fin dai primi scambi: De Simone sostituisce egregiamente Ferrara al centro, Calabrese, che sembra non accusare il problema fisico che gli ha dato più di qualche noia in settimana, inizia a martellare con Marcianise che dall’altro lato della rete ci capisce poco e il primo parziale è eloquente: 25-13 Rione Terra. Nel secondo set, i flegrei continuano a dare spettacolo: ai già citati, è da aggiungere la leadership silenziosa di Arzeo, la voglia di emergere di Giordano e Cesario e praticamente in fotocopia c’è un altro 25-13 che vale il 2-0 per i gialloblu. Nel terzo set, Marcianise degli ex Menna e Montò è ferita e reagisce: complice un leggero, e prevedibile, calo del Rione Terra è battaglia vera. Si arriva al 20-20 ma la squadra del presidente Coratella questa volta, a differenza del match di andata, tiene i nervi saldi: Marco Vacchiano è da manuale in ricezione e sul 25-22 la quarta vittoria consecutiva è realtà. Altro segnale al campionato, le avversarie sono avvisate: per i playoff pare esserci anche il Rione Terra.

RIONE TERRA POZZUOLI VOLLEY – MARCIANISE VOLLEY 3-0 (25-13; 25-13; 25-22)