la vignetta di Giulia Amati

POZZUOLI – A nove giorni dalla cacciata di Anna Attore resta vuota la poltrona di assessore all’Istruzione. Un vuoto da colmare quanto prima, vista l’importanza della delega che merita un rappresentante di spessore. Il sindaco, che già detiene diverse deleghe tra cui quella allo sport (tra le più bistrattate e meno valorizzate negli ultimi 5 anni) sa che non può gestire, in prima persona, questa materia tanto delicata. Allora medita due soluzioni: inserirla in un eventuale rimpasto di giunta, che metterebbe in discussione anche l’assessore alla cultura e al turismo Stefania De Fraia e la collega Maria Esposito, titolare della delega al commercio, per un motivo strettamente politico in quanto sono le uniche due che, ad oggi, non hanno rappresentanti in consiglio comunale.

Sandro Cossiga

LA RICOMPENSA – Figliolia sa, per amor di coalizione, che deve accontentare Sandro Cossiga, colui che per quattro anni pur essendo all’opposizione ha lavorato come consigliere aggiunto alla maggioranza. Un assessorato in quota “Sandrino” rappresenterebbe il giusto “premio fedeltà” dopo anni di corteggiamenti. Altro nome che potrebbe tornare in auge è quello di Alfonso Artiaco, già assessore alla Cultura nella prima consiliatura Figliolia e persona a cui Enzo è particolarmente legato a tal punto da nominarlo più volte tra gli eventuali candidati alla poltrona di sindaco.

Alfonso Artiaco

LO SCENARIO – Restano ancora in piedi Tito Fenocchio e Franco Amato, anche loro in attesa di ottenere una rappresentanza in Giunta comunale. Dunque, eliminato Monaco e delineati i contorni della nuova maggioranza a Figliolia non resta che decidere: sarà avvicendamento o rimpasto di Giunta?