Il sindaco Giuseppe Pugliese

MONTE DI PROCIDA – Il sindaco di Monte di Procida e i componenti della giunta hanno deciso di osservare l’isolamento fiduciario. Un componente della squadra politica è risultato positivo. Ad annunciarlo alla comunità è stato proprio il primo cittadino Giuseppe Pugliese: «Questa persona sta bene ed è totalmente asintomatica. Ha scoperto la positività dopo aver effettuato un tampone periodico, come altri ne abbiamo fatti in passato, per nostro scrupolo e a tutela delle persone che incontriamo nello svolgimento delle nostre mansioni. Ha sempre usato tutte le dovute precauzioni per cui siamo certi che non abbia contagiato nessuno. Ciò nonostante, tutti quelli che hanno avuto contatti con questa persona, anche se protetti, ed in via del tutto prudenziale, si sono già sottoposti a tampone, sindaco e giunta compresi». In attesa di istruzioni dal Dipartimento di Epidemiologia dell’Asl e dei risultati dei tamponi il primo cittadino e i rappresentanti della giunta sono in isolamento a casa.

5 NUOVI POSITIVI E 11 GUARITI – Si contano, intanto, 5 nuovi positivi e 11 guariti nel più piccolo comune dei Campi Flegrei. Dimesse anche due persone che erano ricoverate in ospedale. I cittadini montesi attualmente contagiati dal Covid-19 sono 93.

STOP ALLE VENDITE A DOMICILIO – Sospese le vendite a domicilio a Monte di Procida. «Comprendiamo bene la situazione dei venditori ambulanti, ma l’emergenza sanitaria ci obbliga a prendere decisioni importanti, anche se dolorose. La mia e la nostra solidarietà va agli amici dello sport, titolari di palestre, piscine e strutture sportive e ai ristoratori e baristi, agli esponenti del mondo della cultura e della imprenditoria locale. State pagando un prezzo altissimo per la salute pubblica – dichiara il sindaco Pugliese –  In tutte le sedi istituzionali mi batterò affinché il Governo possa varare al più presto una serie di misure economiche adeguate a salvare questi settori ormai in grandissima sofferenza. Intanto come amministrazione comunale continueremo a dare un supporto concreto ai lavoratori colpiti, attraverso fondi comunali, per sostenere ed essere concretamente al fianco di chi sta subendo l’impatto di pesanti limitazioni e blocchi».