rete idrica 1MONTE DI PROCIDA – «Arriva la pioggia e le strade di Monte di Procida diventano un colabrodo». A protestare sono i cittadini residenti nel piccolo centro flegreo, preoccupati per la salute delle vie comunali che ogni giorno percorrono. «E’ inconcepibile che da quando sono stati effettuati i lavori previsti dai Grandi Laghi, paradossalmente le nostre strade si sgretolano come sabbia alla prima ondata di pioggia – spiega un montese, accendendo i riflettori anche su un’altra irrisolta questione – nulla più abbiamo saputo circa la disastrata situazione in cui versa l’impianto idrico municipale, a causa delle numerose perdite alle condutture dell’acquedotto cittadino palesatesi proprio all’indomani dell’apertura dei cantieri legati al Grande Progetto». L’incredibile quantità di dispersione di acqua potabile caratterizza in modo diffuso il sistema idrico di Monte di Procida. Numerose le strade ove sono emerse criticità, prima fra tutte: Corso Garibaldi.

corso-garibaldi-voragineENNESIMA VORAGINE IN CORSO GARIBALDI – E’ ben noto che l’acqua insinuandosi nel sottosuolo, provoca voragini che mettono a rischio la stabilità degli edifici, nonché del manto stradale. Proprio in Corso Garibaldi, (arteria, come anticipato, già oggetto degli interventi di Ristrutturazione e adeguamento funzionale del sistema fognario depurativo intercomunale Monte di Procida–Bacoli–Pozzuoli), a causa delle incessanti piogge della scorsa notte, la sede stradale ha ceduto nuovamente, aprendo così l’ennesima voragine sul territorio. Attraverso un intervento-tampone si è cercato di limitare i disagi. Considerando che la succitata tratta è già stata vittima dello “sbriciolamento” dell’asfalto, i cittadini, delle cui istanze si è fatto portavoce il consigliere d’opposizione Rocco Assante di Cupillo, invocano maggiore accortezza non soltanto nell’esecuzione dei lavori ma anche e soprattutto nella valutazione dello stato dei luoghi, nonché dell’impianto idrico municipale, vera e propria piaga di questo paese.