piazza 2MONTE DI PROCIDA – Ventiquattro ore dopo il ripristino-flash del manto stradale in Piazza XXVII Gennaio, l’asfalto sprofonda sotto i colpi della pioggia battente. E’ bastato un temporale estivo di breve durata perché si staccassero interi quadroni di asfalto. Da ieri i tecnici del Comune e la ditta incaricata di eseguire i lavori stanno provvedendo al ripristino della sede stradale.

piazza 1L’ANNUNCIO DELLA RIAPERTURA – Soltanto nella giornata di mercoledì, il Sindaco Giuseppe Pugliese e l’Assessore alla Viabilità Salvatore Capuano avevano annunciato in pompa magna la riapertura del cuore pulsante del paese, nonché luogo cardine ove si svolgerà la Festa del Ferragosto Montese, interessato negli ultimi mesi dai lavori inerenti il Progetto “Grandi Laghi”. «La Piazza è tornata nella disponibilità dei cittadini, una corsa contro il tempo che abbiamo voluto fare per aiutare i commercianti che hanno sofferto di questi lavori – asseriva soddisfatto il Primo Cittadino in un video diffuso sul web – ma l’abbiamo fatto con la consapevolezza di ridare alla città il luogo di aggregazione principale del paese».

ClementinoLA “PROFEZIA” DI CLEMENTINO – Una dichiarazione, questa, che se da un lato ha fatto storcere il muso ai tanti cittadini che, ad oggi, lamentano superficialità nella chiusura dei cantieri in diverse zone del paese, dall’altra ha strappato un sorriso a quanti avevano preso visione di un videomessaggio del rapper partenopeo Clementino, ospite d’eccezione de ferragosto montese, il quale rivolgendosi ai suoi fans aveva esclamato: «Il 15 d’agosto saremo a Monte di Procida, in Piazza XXVII Gennaio e lì, guagliù, se ne car tutt cos!». Detto, fatto. Ma con qualche giorno di anticipo e senza arrecare troppi danni o disagi, per fortuna.

piazza 4LA PREOCCUPAZIONE – In realtà, a preoccupare maggiormente la cittadinanza non sono soltanto le strade dissestate, la rete idrica colabrodo o le voragini che puntualmente si aprono a seguito di una giornata piovosa. In Piazza XXVII Gennaio esiste un problema non di poco conto, proprio nell’area che dovrebbe accogliere per il ferragosto centinaia di spettatori: un avvallamento piuttosto pronunciato in corrispondenza degli stalli di sosta temporanea realizzati nel maggio scorso dall’attuale Amministrazione. Una depressione che giorno dopo giorno sembra essere sempre più evidente.