MONTE DI PROCIDA – Monte di Procida si ferma per altri 7 giorni. Ieri 62 cittadini sono risultati positivi al Covid-19. L’aumento improvviso dei contagi è stato registrato in seguito a un matrimonio. Da qui la decisione del sindaco Giuseppe Pugliese di firmare un’ordinanza più restrittiva e valida fino alle 24 di domenica 18 ottobre. Con il provvedimento viene disposta la chiusura di tutte le scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado e si impone uno screening sui titolari e sui dipendenti degli esercizi commerciali al fine di tutelare la salute pubblica e circoscrivere i casi di positività. Tali tamponi dovranno essere fatti entro le 24 di giovedì 15 ottobre. Ai cittadini montesi è vietata ogni riunione, al chiuso o all’aperto, su suolo pubblico e privato. Inoltre è stata disposta la chiusura delle sale gioco e sale scommesse, dei barbieri, dei parrucchieri e dei centri estetici, anche con riferimento alle attività esercitate a domicilio. I funerali sono consentiti in forma privata con la partecipazione di familiari e congiunti e in ogni caso con un numero massimo di 20 persone, limitando altresì l’accesso al cimitero a tale numero massimo. Sospese tutte le manifestazioni e gli eventi pubblici; chiusi i centri anziani e ricreativi sul territorio comunale. Off-limits anche le palestre; sospese le attività sportive.

L’APPELLO DEL SINDACO – Il primo cittadino di Monte di Procida ha anche lanciato un appello a chi risiede oltre i confini nazionali. Sono tanti, infatti, i cittadini montesi trasferitisi negli Stati Uniti d’America. Il capo dell’esecutivo chiede di far uso delle abitazioni dei montesi residenti all’estero per collocare pazienti positivi e scongiurare ulteriori contagi in famiglia.